written

Erin McKittrick

In questa epoca d’informazioni istantanee è facile pensare che si possa imparare tutto ciò che c’è da sapere con un semplice click su un browser web, come una domanda digitata per  telefono.

Ma siamo in grado di fare di più che consumare conoscenza… possiamo crearla.

La creazione di conoscenza comporta andare in profondità; diventare intimi con un oggetto o un luogo, e non solo vedere, ma sentire e annusare.

Notando i minimi dettagli, pur essendo immersi nella grande realtà.

Come veterana di molte spedizioni in terre selvagge, posso dire che l’immersione nella natura è costantemente intensa, e ciò che produce è sempre sorprendente.

The Great Valley project sarà un ottimo esempio di “verità a terra”, esplorazione e arte.

Erin McKittrick, laureata in Biologia molecolare all’University of Washington di Seattle, ha lasciato gli studi accademici per dedicarsi all’esperienza diretta della Wilderness. Nel giugno 2007, Erin McKittrick e suo marito Hig, lasciano Seattle diretti al lembo estremo dell’Alaska, percorrendo, rigorosamente a piedi 6400 chilometri in uno dei territori più aspri e accidentati del mondo, con lunghi tratti mai violati dall’uomo. “La strada alla fine del mondo” edito da Bollati Boringhieri, è il suo primo libro.

Vive a Seldovia,Alaska.

www.groundtruthtrekking.org

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.